Desenzano del Garda (BS) - Lavagnone

Country/Area

Community

Desenzano del Garda (BS)

Place name

Lavagnone

Type of site

UNESCO-World Heritage Site (WH / S1)

Last edited by

admin

Last update

Thu, 02/19/2015 - 17:16

Responsible for site

Dott.ssa Maria Giuseppina Ruggiero
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia
Via De Amicis 11
20123 MILANO
Tel: 02-89400555/216
e-mail: mariagiuseppina.ruggiero@beniculturali.it

Administrative contact

Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia Via Edmondo De Amicis, 11 I - 20123 Milano
Extension (ha): 
6,04
Height above sea level (m): 
101,00

Map of pile dwelling sites

Dating text

Dendrocronology: sequence of 297 years (107 samples), 2068 and 1967 ± 10 (KUNIHOLM et alii 2002, MARTINELLI 2005). / Dendrocronologia: ottenuta una curva di 297 anni da 107 campioni, con abbattimenti tra 2068 e 1967 ± 10 (KUNIHOLM et alii 2002, MARTINELLI 2005).

Description

First finds were made in 1880 (Speroni) and 1886 (G. Gavazzi Speroni). The basin was completely drained in 1911. The site is mentioned by Patroni 1918 and Patroni 1937. In 1938, surface collections were made by Zorzi and Fioroni. Surface collections and 5 small surveys were undertook by Fussi between 1958 and 1962,. Suss collected objects on the surface in 1961. De Minerbi did the same between 1958 and 1970. O. M. Acanfora undertook an inspection and small survey in 1970. In 1972 two surveys were done by B. Barich and R. Perini excavated part of the site in 1974-79. In 1987 direct protection constraint was placed on the whole basin. In 1989-2008, excavations were undertook by De Marinis. From the excavations in sectors I (Perini) and A, B, C, E (De Marinis) it turned out that the settlement did not always occupy the same areas: during Early Bronze IA and IB (sectors I, A) the settlement, which is accessed via a wooden trackway (sector B), was located towards the most central part of the basin; at a later time (AB 1C, sector B) it relocated to a drier river bank area, and then returned to occupy the more central area during the Early Bronze II (sectors A, C). During the Middle Bronze 1 and 2, both areas were occupied (as demonstrated by the excavations conducted in 2008 in the most central part). The pollen analyses showed a deforestation shortly before the foundation of the first settlement, followed by the expansion of invasive wetland plants (vitis species) and the appearance of entities cultivated or encouraged by anthropogenic activities (cereals, xerophytes) (RAVAZZI et al 2002). A number of core samples taken at other points in the Lavagnone basin give evidence of the presence of “cultivated” species datable to a time before the Bronze Age settlement, and which would indicate occupation of the site in the Neolithic period as well (as witnessed by some surface finds). The materials are kept in Desenzano and Milan museums. / Primi rinvenimenti 1880 (Speroni) e 1886 (G. Gavazzi Speroni). Bacino interamente prosciugato nel 1911. Cenni in Patroni 1918 e Patroni 1937. 1938 raccolte di superficie di Zorzi e Fioroni. Tra il 1958 e 1962 raccolte di superficie e 5 piccoli saggi di scavo da parte di Fussi. 1961 raccolte di superficie di Suss. 1958-1970 raccolte di superficie de parte di De Minerbi. 1970 sopralluogo di O. M. Acanfora e piccolo saggio di scavo. 1972 due sondaggi di B. Barich. 1974-79 scavi R. Perini. 1987 vincolo diretto su tutto il bacino. 1989-2008 scavi De Marinis. Dagli scavi condotti nei settori I (Perini) e A, B, C, E (De Marinis) è emerso che l'abitato non ha sempre occupato le stesse aree: nel corso del Bronzo Antico Ia e Ib (sett. I, A), la palafitta, a cui si accedeva tramite una passerella lignea (set. B), era situata verso la parte più centrale del bacino; in un momento successivo (BA Ic, set. B) l'abitato si spostò in un'area spondale e più asciutta per tornare ad occupare la zona più centrale nel corso del Bronzo Antico II (sett. A, C). Durante le fasi di Bronzo Medio 1 e 2 entrambe le aree furono occupate (come hanno dimostrato gli scavi condotti nel 2008 nella parte più centrale). Le analisi polliniche hanno evidenziato una deforestazione di poco precedente all'impianto del primo abitato a cui seguì l'espansione di piante invadenti di ambienti umidi (vitis sp.) e la comparsa di entità coltivate o favorite da attività antropiche (cereali, xerofite) (RAVAZZI et alii 2002). Una serie di carotaggi effettuati in altri punti del bacino del Lavagnone hanno evidenziato la presenza di specie 'coltivate' databili ad un momento precedente alla palafitta dell'età del Bronzo, il che indicherebbe un'occupazione del sito anche in epoca neolitica (come testimoniano alcuni rinvenimenti di superficie). I materiali sono conservati a Desenzano e a Milano.

Bibliography comment

BARICH 1980; PERINI 1980a; 1988, DE MARINIS et alii 1996; DE MARINIS 2000, 2002; GRIGGS et alii 2002; ARPENTI et alii 2002; DE MARINIS et alii 2004; DE MARINIS et alii 2005.