Iseo e Provaglio d’Iseo (BS) - Torbiere d’Iseo

Country/Area

Community

Iseo e Provaglio d’Iseo (BS)

Place name

Torbiere d’Iseo

Type of site

Pile Dwelling Site (PD / S3)

Last edited by

admin

Last update

Thu, 02/19/2015 - 17:16

Responsible for site

Dott.ssa Maria Giuseppina Ruggiero
Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia
Via De Amicis 11
20123 MILANO
Tel: 02-89400555/216
e-mail: mariagiuseppina.ruggiero@beniculturali.it

Administrative contact

Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia Via Edmondo De Amicis, 11 I - 20123 Milano
Extension (ha): 
478,80
Height above sea level (m): 
64,00

Map of pile dwelling sites

Dating text

see Italian version (no translation available). / Il sito ex Resinex: data dendrocronologica per il palo US 44: 1323 cal BC –6/+9.

Description

see Italian version (no translation available). / Il sito storico delle torbiere d’Iseo è noto fin dal XIX secolo quando l’escavazione della torba, in vari punti dell’esteso bacino lungo la riva W del Lago d’Iseo, portò alla raccolta di manufatti litici (MARINONI 1868 e 1871) e ceramici raccolti dal 1883 da F. Ruffoni (1888 e 1891; BAROCELLI 1956-57, 1956-64). La storia delle vicende è ripercorsa in CASINI-ODONE 2000 cui si deve la localizzazione dei ritrovamenti citati in letteratura (Torbiera di Lama, Lametta, Canneto, Cremignane) e il riesame dei reperti. Quanto all'esistenza di strutture, gli scavi dell'800 danno generiche indicazioni: un impalcato ligneo in acqua è supposto per la località Lama e Cremignane. Lo scavo stratigrafico condotto nel 1999-2000 dalla Soprintendenza sull’antica linea di costa del Lago al margine E delle torbiere in località ex Resinex, un’area industriale riconvertita in area residenziale, ha rilevato una vasta struttura del Bronzo Recente attribuita all’immagazzinamento di derrate (POGGIANI et alii 2005). La frequentazione dell’intera area delle torbiere si data per un lungo arco cronologico: Mesolitico Recente, individuato con uno scavo stratigrafico ai margini meridionali della torbiera di Lama (BIAGI 1976, 1979), e, sulla base dello studio dei reperti (BAROCELLI 1956-57, 1956-64; DE MARINIS 1972, 1975a; CASINI-ODONE 2000), Neolitico Antico, Medio, Recente e Tardo, Eneolitico e età del Bronzo Antico, Medio e Recente. Il sito ex Resinex è fondato agli inizi del Bronzo Recente e perdura fino ad una fase avanzata del Bronzo Recente (struttura d’approdo), come attestato dai reperti ceramici e metallici ( uno spillone a capocchia profilata del tipo dei Gezackte Nadeln del Br D: POGGIANI KELLER et alii 2005). I reperti sono conservati nel Museo “L. Pigorini” di Roma (Collezione Ruffoni), nelle Civiche Raccolte Archeologiche e Numismatiche di Milano (raccolte Castelfranco), nel Museo Archeologico di Bergamo, nei Musei di Brescia e, per gli scavi recenti, nella Soprintendenza. Sul sito ex Resinex sono in corso analisi polliniche ( C. Ravazzi-CNR IDPA), e concluse le analisi dei materiali paleobotanici (E. Castiglioni-Laboratorio di Archeobiologia di Como) che ha rilevato grossi quantitativi di semi combusti di cereali, soprattutto di “orzo vestito”.

Bibliography comment

MARINONI 1868; MARINONI 1871; ROSA 1875; CASTELFRANCO 1887; RUFFONI 1888, 1891; PIGORINI 1902; BAROCELLI 1956-57, 1956-64; BCCSP 1968; DAJELLI 1971; DE MARINIS 1972, 1975a; BIAGI 1976, 1979; CASINI, ODONE 1996, 2000; POGGIANI KELLER, BAIONI, MAGRI 2001, 2003; POGGIANI KELLER et alii 2005.