Sona (VR) - Torbiera Cascina

Country/Area

Community

Sona (VR)

Place name

Torbiera Cascina

Type of site

Pile Dwelling Site (PD / S3)

Last edited by

admin

Last update

Thu, 02/19/2015 - 17:14

Responsible for site

Responsibility unknown. Please contact Swiss Coordination Group UNESCO Palafittes.

Administrative contact

Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto via Aquileia, 7 I - 35139 Padova
Extension (ha): 
2,20

Map of pile dwelling sites

Dating text

see Italian version (no translation available). / Sulla scorta dei materiali rinvenuti l'abitato sembra avere due fasi di occupazione ben distinte: una fase riferibile al Neolitico Antico; un secondo orizzonte cronologico-culturale attribuibile al Bronzo Medio-Bronzo Recente.

Description

see Italian version (no translation available). / Il sito venne individuato intorno al 1874 in occasione dei lavori di estrazione della torba, che misero in luce una serie di pali infissi verticalmente nello strato di fondo, lungo la sponda orientale del bacino, ed una non ben precisata 'tavola trasversale'. Nel 1983, in seguito ad arature sempre più profonde, la scoperta di numerosi materiali archeologici ha spinto ad effettuare nuove ricerche, soprattutto tramite carotaggi manuali, al fine di verificare il grado di conservazione ed il relativo perimetro del deposito archeologico. Dalla torbiera, formatasi in seguito al prosciugamento di un antico laghetto morenico, furono recuperati numerosi materiali di interesse archeologico riferibili all'orizzonte cronologico dell'età del Bronzo: un'ascia in bronzo tipo 'Mohlin' (BA2-B1 centro-eupopeo); un pugnale in bronzo tipo 'Peschiera'; capeduncole carenate con decorazioni incise ed anse lunate o ad ascia; anse a gomito; diversi tipi di prese. Gran parte del materiale recuperato nell'800 è andato disperso in varie collezioni o fu conservato presso il Museo Pigorini di Roma. Nei pressi della torbiera è stata rinvenuta anche una ciotola tipo 'Fiorano', di età neolitica. L'ultima campagna di ricerca sul sito risale al 1988: una raccolta di superficie che ha consentito il recupero di diversi materiali, ma non ha permesso di verificare lo stato di conservazione degli elementi lignei pertinenti all'abitato. Sulla base dei materiali è possibile riconoscere due fasi insediative distinte. La prima fase, attribuibile al Neolitico Antico, corrisponde probabilmente alla parte più profonda dello strato di torba, a contatto con il fondo lacustre. Di questa fase non resta alcuna testimonianza pertinente a strutture insediative, ma solo tracce materiali di frequentazione. La seconda fase è invece riferibile all'età del Bronzo (BM-BR) ed è testimoniata anche dalle strutture palafitticole individuate già nell'800.

Bibliography comment

BIAGI 1973; DE MARINIS 1975b; BALISTA, RIZZETTO 1988.